Si scrive per uccidere

 

«Si scrive
per uccidere».

Eppure, il bersaglio sono io nell’altro, l’obiettivo è rendere la passione un punto di perfetta letizia. Carezzare il sorriso dei morti amando veramente la vita, aderendo a tutto il bene e a tutto il male.

Concedere la morte come gesto d’amore, di non potere. Concedersi la morte. Per preservare nel figlio il pensiero della gioia, nonostante.

Scrivere, è questione di pace.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *