Senza titolo 13, di Marilisa Giordano, olio su tavola, cm 100x100

Genesi – due poesie

Due vecchie poesie, a comporre un dittico d’amore.

(L’opera scelta come copertina è di Marilisa Giordano.
Cliccare sull’immagine per la visualizzazione completa)

GENESI

E allora provalo ancora, l’inizio,

riprendi l’equilibrio.

 

Potresti scrivere,

mostrare che, oppure

masticare silenzio

come tabacco,

avvalerti del diritto di, chiedere

un avvocato, negare ogni cosa,

giurare che, far finta di,

controllare la mente per mentire

esattamente.

 

O ancora dire tutto,

vomitarle, le cose,

tràdere i fatti, i nomi,

patteggiare la pena,

se prima o poi tu stesso ti tradisci

e ti sorprendi a parlare di te

in un locale fra tanti, a una donna

che pure si racconta e si stupisce

 

e neppure ubriachi,

nemmeno inconsapevoli.

 

* * *

 

Il mio dolore è sempre

un gesto intransitivo,

tu invece sei un’idea perfetta.

 

Imparo la ginnastica del mondo:

chiedimi un’estasi irrimediabile,

poi soffia e spingi.

 

Fammi vedere il trucco

che impasta la mia ombra con la terra.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *