Articoli

Fotografia di Giorgio Mazzon

In calmissima luce. Per Giorgio Mazzon

Conobbi Giorgio Mazzon, se non ricordo male, nel giugno 2012, quando a un reading poetico interpretai alcuni miei testi circondato e protetto dai suoi Guerrieri silenti e disarmati, opere composte a partire da legni e altri materiali raccolti dal Po o dal mare. Così, mi hanno chiesto di partecipare a un libro in memoria dell’artita: In calmissima luceContinua a leggere

Padri e figli

Padri e figli

Padri e figli

Si nasce sempre da padri malcerti.

E non basta una vita alla parola

come un dialetto storpia

che si impasta con quella più pulita

imparata per fare innamorare Continua a leggere

Bene la vita disse

Racconto

 

Divenne grande un’estate il ragazzo

prendendo sulle spalle il padre, dopo

l’acqua del ‘51.

 

Poi venne inverno Continua a leggere

Stanze occidentali

Stanze occidentali

 

1.

Senza musica, l’osso della pagina.

E dietro due pupille micidiali.

Anni senz’anima, anonimo il luogo.

Sera di giovinezza, qui ora e sempre. Continua a leggere

Festa del perdono

Festa del perdono

Ospedale del vento

 

Nelle città

a volte viene un vento

a nascondere il volto nelle giacche,

sale dalle caviglie

con un tiepido sbuffo d’ospedale,

piega la testa alla gente che passa Continua a leggere

La scena

La scena

 

Al primo lampo sono andati via

rapidi come a un cenno convenuto,

lo hanno lasciato solo nella piazza

ad affrontare il tuono. Sopra i tetti Continua a leggere

Mirror, di Tonia Erbino, dettaglio, olio su tela, 2015

Controstoria

Controstoria

 

Gli cresce sulla testa

una trama di stanze

e per trovarlo

bisogna scendere tutte le scale,

sentire l’umido della cantina.

Perde i giorni a cercare

l’equilibrio tra la pagina e il padre, Continua a leggere

Fino a che sia limpido

Fino a che sia limpido

 

C’è un dettaglio importante in ogni storia

e un passaggio segreto anche per lui

da cui filtra la scena

di età in età come uno sparo Continua a leggere

Nel nome della madre

Nel nome della madre

 

I

«Prega, prega così. Anche senza fede»

E lui obbediente

pregava forte e male

nel buio bisbigliando: Continua a leggere

Respiro - il dono, di Giuseppe Inglese

La cura

Il medico in silenzio

controlla l’emorragia, non reprime

i lamenti. È paziente.

Contiene la sua scienza Continua a leggere