Il castello dell'innominato

I promessi sposi: capitolo XX (lettura)

Siamo negli snodi centrali dell’intera vicenda.

Con il capitolo ventesimo il romanzo assume le tonalità cupe del racconto gotico. Anche per questo fu particolarmente apprezzato da Edgar Allan Poe.

A metà della vicenda, tocchiamo il momento più drammatico: mai come ora i due promessi saranno tanto distanti… Continua a leggere

Illustrazione di Federico Maggioni

I promessi sposi: capitolo XIX (lettura)

Proseguiamo nell’impresa della lettura dei Promessi sposi, in attesa di tempi propizi per recuperare nella pubblicazione dei commenti. Siamo giunti al capitolo diciannovesimo.

Lucia è sola, il cugino Attilio è intervenuto per sbarazzarsi di padre Cristoforo, Renzo è lontano e ricercato: è il momento, per don Rodrigo, di compiere il grande passo e di rivolgersi all’Innominato…

Continua a leggere

Agnese e fra Galdino

I promessi sposi: capitolo XVIII (lettura)

Lucia e Agnese sanno del mandato di cattura nei confronti di Renzo, ma vengono a sapere anche che al momento è in salvo nel bergamasco.

Dovrebbero preoccuparsi di loro stesse, piuttosto: don Rodrigo ha scoperto dove si trovano, e Lucia rimarrà addirittura sola, perché la madre rientra in cerca di notizie.

Come non bastasse, il conte Attilio si è occupato di fra Cristoforo… Continua a leggere

Passagguo dell'Adda, di Giorgio Scarpati

I promessi sposi: capitolo XVII (lettura)

Lettura integrale del capitolo diciassettesimo dei Promessi sposi.

Qui Renzo riesce a raggiungere l’Adda e attraversare il confine. Nel bergamasco il cugino Bortolo lo accoglierà.

Ma la notte che deve superare segnerà una svolta definitiva nella sua vita Continua a leggere

Scena di taverna, di David Teniers il Giovane (1610-1690)

I promessi sposi: capitolo XVI (lettura)

Nel sedicesimo capitolo dei Promessi sposi, Renzo scappa da Milano: è ormai un ricercato.

Il suo obiettivo al momento è raggiungere, senza più tradirsi, la repubblica di Venezia: a Bergamo potrà contare sull’aiuto del cugino. In una sosta a Gorgonzola, in un’osteria, raccoglierà informazioni davvero preoccupanti. Continua a leggere

Il sonno di Renzo

I promessi sposi: capitolo XV (lettura)

Eccoci al quindicesimo capitolo dei Promessi sposi.

Renzo, per quanto innocente, finisce nelle mani della giustizia come pericoloso sobillatore. Dimostrerà tuttavia di aver appreso la lezione del giorno precedente, tant’è vero che sfrutterà il contesto a proprio vantaggio. La traiettoria della sua avventura, però, si discosterà ulteriormente da quella di Lucia… Continua a leggere

Ubriachi all'osteria, in un'opera di Adriaen Brouwer (ca.1605-1638)

I promessi sposi: capitolo XIV (lettura)

Riprendiamo la lettura dei Promessi sposi. Al momento mi risulta difficile puntellare regolarmente i capitoli con il consueto commento, ma nelle prossime settimane almeno il ritmo delle letture verrà mantenuto – poi, con calma, aggiungerò i commenti mancanti.

Siamo arrivati dunque al capitolo quattordici, dove Renzo si improvvisa oratore, arringa la folla e attira l’attenzione, prima di andare a rifocillarsi in un’osteria, accompagnato da uno sconosciuto…

Continua a leggere

Pedro cocchiere di Ferrer

I promessi sposi: capitolo XIII (lettura)

La contemporaneità dei classici, dicevamo. Il capitolo tredicesimo dei Promessi sposi continua le vicende del capitolo precedente.

A prendere la scena è un nuovo personaggio: la folla, una sorta di drago a molte teste, stupido e pericoloso. Renzo, senza accorgersene, viene preso nelle sue spire, e rischia persino la vita.

A dominare il mostro, per ora, sarà uno strano, strampalato cavaliere: un politico populista, che con la sua arte demagogica riuscirà a ipnotizzarlo… Continua a leggere

Scena dei Promessi Sposi: contadini in cerca di pane. Acquerello di Giovanni Battista Galizzi (1882-1963), Lecco (LC), Musei Civici di Lecco. Museo Manzoniano

I promessi sposi: capitolo XII (lettura)

Ripartiamo con la lettura del capolavoro di Manzoni. Con il dodicesimo capitolo dei Promessi sposi la Grande Storia entra nel Romanzo. E siamo costretti, con Renzo che passeggia per le vie di Milano, a mettere in dubbio uno dei grandi miti contemporanei: la connessione dei cervelli.

Siamo certi che, con l’aumentare delle teste, aumenti anche l’intelligenza?

E, se il rapporto tra numero di persone e potenza di pensiero è inversamente proporzionale, quali sono i meccanismi che innescano l’opinione comune, il giudizio sommario, l’avventatezza collettiva? Quando la folla diventa culla della follia?

E se qualche demagogo, qualche politico populista si trovasse nelle condizioni di cavalcare l’onda del malcontento?

Ah, la contemporaneità dei classici… Continua a leggere

Alessandro Manzoni come Stan Lee

I promessi sposi: capitolo XI (commento)

Alessandro Manzoni è un po’ come Stan Lee e Renzo assomiglia tanto a Renato Pozzetto.

Ve lo dimostro attraverso il capitolo undicesimo dei Promessi sposi. Continua a leggere